STOP AL DEGRADO CITTADINO ED AGLI ATTI VANDALICI

<<Un grido di dolore sempre più forte si alza dai rioni cittadini per il degrado ed il numero crescente di atti vandalici>>.
E’ quanto affermano i Consiglieri comunali del gruppo Siena Rinasce Eugenio Neri e Giuseppe Giordano.
<<Nei giorni scorsi>>, precisano i due consiglieri, <<abbiamo depositato in Comune una interrogazione per chiedere al Sindaco ed all’Assessore competente quali controlli stia effettuando l’amministrazione comunale per arginare e contrastare il fenomeno, se sono previste nuove modalità di controllo del territorio e quando entrerà in funzione l’ispettore ambientale, figura professionale della quale fu comunicata l’istituzione alcuni mesi fa>>.
<<I continui e crescenti episodi di degrado segnalati dai cittadini anche attraverso i social>>, conclude la nota, << e gli ultimi atti di vandalismo che hanno riguardato Vicolo della Palla a Corda, Via del Costone, Piazza d’Armi ed il rione di Salicotto sono preoccupanti e l’amministrazione comunale non può rimanere inerme e semplice spettatrice>>.

PIU’ CHIAREZZA SU ATTIVITA’ E TRIBUTI DEL CONSORZIO DI BONIFICA

<<I balzelli sono tutti insopportabili, ma soprattutto quelli per i quali è difficile comprenderne l’appropriatezza e la destinazione>>.
E’ quanto affermano i Consiglieri comunali Eugenio Neri e Giuseppe Giordano nel comunicare la presentazione di una interrogazione sul Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud. <<Nell’interrogazione>>, precisano i due consiglieri <<chiediamo al Sindaco di illustrare al Consiglio comunale le modalità di gestione del Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud precisando le modalità di nomina delle cariche consortili, i lavori effettuati nell’ultimo biennio e gli appalti conferiti>>. <<E’ anche importante>>, continua la nota dei Consiglieri di Siena Rinasce, <<che il primo cittadino precisi se, a suo giudizio, le cartelle con le quali viene chiesto il pagamento dei tributi di spettanza del Consorzio sono trasparenti e contengono tutte le informazioni utili affinché il contribuente possa valutare la sussistenza dei presupposti di legge in base ai quali l’ente consortile esige il pagamento>>. <<Da più parti, infatti,>>, conclude la nota di Giordano e Neri, <<ci viene segnalata la scarsa trasparenza>>.

SUL SANTA MARIA DELLA SCALA URGONO RISPOSTE IN CONSIGLIO

<<Prendiamo atto di quanto riportato in un articolo pubblicato sulla stampa locale del 26 gennaio a proposito del Santa Maria della Scala e ci auguriamo che l’Assessore Vedovelli riferisca celermente alla Commissione Cultura ed al Consiglio comunale lo stato dell’arte sul Complesso>>. Si apre così una nota dei Consiglieri comunali Giuseppe Giordano, Massimo Bianchini ed Andrea Corsi che precisano <<Sul Santa Maria della Scala Sindaco e Giunta sono in netto ritardo sulla tabella di marcia approvata per dar vita ad una nuova forma di gestione della struttura e da tempo chiediamo che venga fatta finalmente chiarezza>>. <<E’, tuttavia, originale>>, aggiungono i 3 consiglieri delle liste civiche senesi, <<che Sindaco ed Assessore non abbiano ancora sentito la necessità di portare gli organi comunali a conoscenza degli sviluppi su un impegno preso e sino ad oggi disatteso, ed è ancora più singolare che si debba apprendere dalla carta stampata un cambio di rotta rispetto alla forma di gestione che la maggioranza sembrava privilegiare>>. <<Per quel che ci riguarda>>, aggiungono Giordano, Bianchini e Corsi <<riteniamo un Consorzio di diritto pubblico sicuramente preferibile ad una Fondazione in partecipazione ed avevamo senza mistero espresso questo tipo di valutazione anche nel corso della discussione che nei mesi passati ci ha visto tutti impegnati nei lavori della Commissione Cultura>>. <<E’ nostra intenzione>>, concludono i tre consiglieri <<ribadire con forza la centralità del Santa Maria della Scala nelle politiche di sviluppo cultura e turistico della nostra città e privilegiare forme di gestione tali da garantire controlli pubblici efficaci ed evitare effetti speculativi>>.

Non vogliamo la Palm Spring delle Crete senesi

<<Non accetteremo supinamente eventuali interventi speculativi a Isola d’Arbia>>. Lo affermano in una nota i Consiglieri comunali Eugenio Neri e Giuseppe Giordano all’indomani della polemica scoppiata sulla stampa locale a proposito del nuovo insediamento commerciale. <<Per primi abbiamo scoperto i piani del Sindaco quando cominciò a parlare della costruzione di un ‘outlet’ alla periferia di Siena>> prosegue la nota. <<E’ evidente che l’ex Sindaco di Monteriggioni vuole contaminare anche Siena con la sua vocazione edilizia e farne una sorta di Palm Springs delle Crete>>, affermano Neri e Giordano. <<Quella che ci amministra da oltre un anno e mezzo è una Giunta senza idee, una amministrazione fatta di proclami e di una modernità di facciata, priva di una visione di insieme e costruita soltanto per la gestione dell’attuale e per inasprire la pressione fiscale>>. <<L’idea di realizzare un enorme centro commerciale ad Isola d’Arbia senza alcun confronto con le associazioni di categoria e con gli abitanti del luogo dimostra che la Giunta di Valentini vuole andare avanti a colpi di maggioranza, imponendo scelte non condivise che metteranno in ginocchio il nostro centro storico e le sue attività>>. <<Per parte nostra>>, concludono i Consiglieri di Siena Rinasce, <<ci opporremo con tutte le nostre forze alla realizzazione di uno scempio economico ed ambientale>>.

Neri e Giordano chiedono maggiori informazioni su due delibere di Giunta

Con una nota i Consiglieri comunali Eugenio Neri e Giuseppe Giordano comunicano di aver presentato una interrogazione su due recenti bandi di gara emanati dal Comune di Siena.
<<Il primo bando riguarda l’affidamento del servizio di promozione e divulgazione di iniziative culturali, turistiche e di intrattenimento, il secondo l’affidamento del servizio di progettazione realizzazione, gestione redazionale e manutenzione di un portale di destinazione turistica>>, precisano i due consiglieri, <<ed è indispensabile che la città attraverso il Consiglio comunale acquisisca maggiori informazioni su entrambi gli atti>>.
<<In particolare>>, precisano Neri e Giordano, <<è opportuno che il Sindaco o l’Assessore competente dettaglino le linee programmatiche che hanno portato alla pubblicazione dei due bandi e che quantifichino in termini economici i benefici attesi dalle due iniziative>>. <<Infine>>, aggiungono i consiglieri di Siena Rinasce, <<è opportuno che venga precisato quanto le due iniziative siano coerenti con le politiche dell’attuale Giunta in relazione alla gestione e valorizzazione per personale comunale>>.

ANNO NUOVO INTERROGAZIONI NUOVE

Con Eugenio Neri abbiamo presentato 15 nuove interrogazioni che verranno discusse nei prossimi mesi e di cui vi relazioneremo una volta ottenute le risposte.
Questi gli argomenti delle interpellanze del nostro gruppo in Consiglio comunale Siena Rinasce:
1) destinazione d’uso dell’ex Istituto per la Gioventù S. Teresa
2) utilizzazione della somma erogata dal Comune di Siena al Comitato Promotore “Siena Capitale della Cultura 2019″
3) ritardo nei lavori di realizzazione nuovo terminal bus in Via Lombardi
4) verifica dell’impegno della Giunta Valentini a favore di Siena Biotech
5) bando di gara per l’affidamento del servizio di promozione e divulgazione di iniziative culturali turistiche e di intrattenimento e Bando di gara per l’affidamento del servizio di progettazione, realizzazione, gestione redazionale e manutenzione di un portale di destinazione turistica
6) iniziative finalizzate a contrastare gli attacchi di lupi agli allevamenti
7) iniziative per contrastare la diminuzione del numero dei medici in formazione specialistica assegnati all’Università degli Studi di Siena
8) segnalazione casi di abbandono di siringhe
9) verifica volontà di adozione di un Regolamento contenente i criteri di finanziamento di proposte artistico culturali
10) Decreto Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali del 22.12.20’14 “Misura sperimentale copertura assicurativa beneficiari sostegno reddito in attività di volontariato nei comuni”
11) verifica volontà di realizzare il cd “Premio Vivarelli”
12) verifica partecipazione a seminari IFEL ed a bandi comunitari
13) mancata adesione delle Farmacie Comunali alla campagna di riduzione prezzi sui prodotti per la prima infanzia
14) verifica volontà di realizzare servizi gratuiti di ascolto e sostegno psicologico per le persone e le famiglie che vivono difficoltà occupazionali e/o economiche
15) verifica volontà di adesione del Comune di Siena alla cd “Festa dei Vicini”
Giuseppe Giordano