Tre nuove interrogazioni su tematiche ambientali e società partecipate

Nei giorni scorsi ho presentato con Eugenio Neri tre nuove interrogazioni su tematiche ambientali e sulle società partecipate dal Comune.
La prima ha il fine di conoscere quali siano gli adempimenti e le iniziative dell’amministrazione per l’incremento degli spazi verdi urbani, la migliore utilizzazione di questi ultimi e quali misure abbia adottato la giunta per favorire il risparmio e l’efficienza energetica, nonché l’assorbimento delle polveri sottili e la riduzione dell’effetto isola di calore estiva. E’ bene ricordare che la materia è disciplinata dalla legge 10/2013 che pone a carico dell’amministrazione comunale anche una serie di obblighi nel dare annualmente conto del contenimento e della riduzione delle aree urbanizzate e dell’acquisizione e sistemazione delle aree destinate a verde pubblico dalla strumentazione urbanistica vigente.
Con la seconda interrogazione chiediamo interventi urgenti per l’indecorosa situazione in cui versa l’isola ecologica di Monsindoli nella quale regna l’incuria e vengono impropriamente scaricati rifiuti ingombranti e pericolosi.
La terza interrogazione, infine, ha l’obiettivo di farci dire dal Sindaco, una volta per tutte, se intende aprire una fase di analisi e studio delle partecipazioni del Comune di Siena in aziende e società. Da tempo, infatti, il Comune riceve sollecitazioni sull’argomento anche da parte del MEF e dal Collegio dei Revisori, ma fino ad oggi nulla si è fatto, salvo assistere nell’ultimo Consiglio comunale del 10 luglio, al rifiuto della maggioranza di votare due nostri ordini del giorno che proponevano per due società partecipate l’applicazione della Carta di Pisa (approvata all’unanimità ad inizio mandato dal Consiglio comunale) e di morigerare i compensi agli amministratori.
Giuseppe Giordano

Robur: la nuova compagine sociale dovrà dare adeguate garanzie di amore e legame verso la città

Sarà difficile digerire l’ingeneroso epilogo dell’AC Siena e sarà indispensabile fare chiarezza sulle responsabilità individuali e su quelle oggettive di chi non ha fatto tutto ciò che si doveva per evitare ciò che è accaduto.
Tuttavia è ora necessario avviare una fase nuova con un progetto societario credibile che possa delineare una strada chiara e sicura per consentire di far riacquistare nel più breve tempo possibile alla Robur il prestigio perduto a causa di una gestione dissennata e di una politica lassista da parte della giunta comunale.
Per far questo occorre che la nuova compagine societaria fornisca adeguate garanzie di amore e legame nei confronti della città evitando inquinamenti con altre situazioni che potrebbero compromettere o affievolire l’obiettivo di restituire alla Robur ed ai suoi tifosi il ruolo che a loro spetta.
Eugenio Neri e Giuseppe Giordano, gruppo consiliare Siena Rinasce

Cosa intende fare il Comune con le nuove disposizioni regionali del Regolamento acustico?

Con la sottoriportata interrogazione chiediamo lumi su come si intende applicare il nuovo Regolamento acustico regionale che introduce cambiamenti fondamentali riguardo le autorizzazioni comunali in deroga alle manifestazioni a carattere temporaneo che comportano l’uso di amplificatori e strumenti rumorosi.
Giuseppe Giordano
Al Sig. Sindaco del
Comune di Siena
Oggetto: interrogazione applicazione nuove disposizioni Regolamento acustico regionale.
I sottoscritti consiglieri comunali
Considerato:
che il 30 giugno u.s. è stato approvato dalla Giunta della Regione Toscana il nuovo Regolamento acustico regionale che conferma alcuni cambiamenti fondamentali riguardo le autorizzazioni comunali in deroga per lo svolgimento di manifestazioni a carattere temporaneo che comportano l’uso di amplificatori sonori e strumenti rumorosi;
che a garanzia della salute pubblica ciascun Comune dovrà consentire un corretto svolgimento delle manifestazioni sonore decidendo come gestire e valorizzare le attività tanto più che, in base alla semplificazione dei processi amministrativi, il Comune non dovrà acquisire il parere preventivo dell’ASL per il rilascio delle deroghe semplificate
chiedono al Sig. Sindaco di riferire
quali iniziative regolamentari abbia preso o intenda prendere il Comune di Siena a seguito della approvazione del nuovo regolamento acustico regionale precisando, in particolare:
se intende stabilire una ripartizione tra le attività di iniziativa pubblica e quelle di iniziativa privata;
se intende concedere deroghe anche in aree di classe I, ovvero quelle cd ‘protette’;
se intende stabilire un numero massimo di giorni per lo svolgimento di manifestazioni a carattere temporaneo che comportano l’uso di amplificatori sonori e strumenti rumorosi specificando, nel caso, la loro ripartizione nelle fasce orarie diurne o notturne
Giuseppe Giordano e Eugenio Neri

Interrogazione sulle autorizzazioni del Servizio di noleggio con conducente

Cosa intende fare il comune con le licenze del servizio di noleggio conducente che non vengono rilasciate dal 2007? Può essere una nuova prospettiva di lavoro nel nostro territorio e di sviluppo turistico?
Questi i principali quesiti sottostanti la interrogazione depositata in comune il 7 luglio.
Giuseppe Giordano
Al Sig. Sindaco del
Comune di Siena
Oggetto: interrogazione su autorizzazioni Servizio di noleggio con conducente.
I sottoscritti consiglieri comunali
Considerato:
che il noleggio con conducente è un servizio pubblico con disponibilità 24 ore al giorno per 365 giorni l’anno che viene svolto previo rilascio di una licenza comunale che autorizza al transito in determinate zone;
che il servizio è in forte espansione nel nostro Paese ed in particolare in città con caratteristiche analoghe alla nostra per dimensione, conformazione del territorio e difficoltà nel raggiungere con altri mezzi pubblici strutture recettive e turistiche
Preso atto che il Comune di Siena ha provveduto a rilasciare nell’anno 2007 le ultime 3 licenze per l’esercizio del servizio pubblico di noleggio con conducente di veicoli fino a 9 posti (atto dirigenziale N. 1367 del 10 maggio 2007 a seguito di bando di concorso emanato previa delibera di Giunta N. 276 del 30.06.2005)
chiedono al Sig. Sindaco di riferire
se ritiene congruo il numero di licenze attualmente in essere per l’esercizio del servizio pubblico di noleggio con conducente, oppure se ritiene opportuno ed in quali tempi, provvedere ad assumere atti per mettere a concorso ulteriori licenze.
Giuseppe Giordano e Eugenio Neri