Sosteniamo la raccolta firme della Lega senese contro il ‘caro parcheggi’

Fino ad oggi la giunta Valentini si è distinta per l’inasprimento delle tasse comunali: TARES, IMU, rette degli asili nido, rette delle strutture di ricovero per anziani, bollini residenti ZTL e ARU, pagamento dei parcheggi anche nei giorni festivi rappresentano un insopportabile salasso a danno dei cittadini già in grande difficoltà a causa della profonda crisi economica ed istituzionale.
E’, quindi, indispensabile frenare l’azione politica ed amministrativa di chi tenta di risanare i bilanci con un così evidente innalzamento della pressione fiscale in soli 7 mesi ed è per questo motivo che guardiamo con favore alla iniziativa della Lega senese di raccolta delle firme contro il ‘caro parcheggi’ rendendoci disponibili a mettere a disposizione il nostro ‘ Sportello Amico Cittadino’
Giuseppe Giordano – Coordinatore Movimento Civico Senese

CHE ARIA SI RESPIRA IN COMUNE?

E’ ormai trascorso un tempo sufficiente dal suo insediamento a Palazzo Pubblico per sapere da Valentini notizie e sue valutazioni sul clima lavorativo all’interno del Comune.
Ci risponderà che da quando c’è lui tutto va bene? Vedremo!
Giuseppe Giordano
Al Sig. Sindaco
del Comune di Siena
Interrogazione: sul clima lavorativo nel Comune di Siena
I sottoscritti Consiglieri comunali del gruppo consiliare Siena Rinasce
Premesso che:
- quando si parla di ‘clima lavorativo’ ci si riferisce ad un sistema di percezioni condivise relative a fenomeni organizzativi, al modo in cui i lavoratori e gli operatori di settore percepiscono l’organizzazione ed in particolare quali sono le loro credenze, le aspettative, gli atteggiamenti, come vengono vissute certi assetti organizzativi, come vengono interpretati gli eventi, quali sono i bisogni, i sentimenti, cosa viene dato per scontato, quali sono i comportamenti attesi e premiati, come vengono vissute le interazioni all’interno del proprio gruppo di riferimento ed i rapporti con il resto dell’organizzazione;
- l’analisi del clima lavorativo è uno strumento con il quale si rilevano le caratteristiche ed i punti critici dell’organizzazione;
- un buon clima lavorativo permette all’organizzazione di raggiungere più facilmente i suoi obiettivi ed ottenere dei buoni risultati in termini di efficienza (prestazione/costi), oltre che in termini di armonia interna
Considerato che:
- sono ormai trascorsi sette mesi dall’insediamento del Sindaco e che tale tempo appare come sufficiente per avere almeno le prime valutazione sul clima lavorativo interno al Comune di Siena, valutazioni che appaiono particolarmente agevoli per una persona di conclamata esperienza amministrativa come il Sindaco Valentini
Chiedono al Sig. Sindaco
di mettere a conosce il Consiglio comunale delle sue valutazioni sul clima lavorativo all’interno degli Uffici del Comune di Siena nonché di eventuali studi in argomento e/o iniziative.
Eugenio Neri e Giuseppe Giordano – Gruppo consiliare Siena Rinasce

LA GIUNTA VALENTINI NON RISPONDE ALLE INTERROGAZIONI PRESENTATE IN FORMA SCRITTA

Nei giorni scorsi un comunicato di Siena Cambia decantava le lodi della Giunta Valentini sostenendo che la stessa ha dimostrato di saper governare.
Non mi interessa in questa sede entrare in polemica enucleando gli effetti nefasti delle delibere che hanno portato ad aumentare in modo considerevole il carico delle tasse a danno dei cittadini (IMU, TARES, Parcheggi, rette asili e strutture di ricovero per anziani) nel breve volgere di 7 mesi, ma una cosa devo proprio dirla.
A sottolineare le grandi capacità della giunta e, più che altro, la immensa trasparenza ed il grande rispetto per l’istituzione comunale ed i suoi rappresentanti, credo sia sufficiente segnalare che ancor oggi sono in attesa di ricevere la risposta ad una interrogazione presentata in forma scritta il 29 settembre 2013 ed altre due presentate il 4 novembre.
A questo punto, so a chi mi devo rivolgere.
Giuseppe Giordano

Interrogazione sulla consegna della progettazione preliminare del cd ‘Lotto 0’

Al signor Sindaco di Siena
I sottoscritti consiglieri comunali Giuseppe Giordano ed Eugenio Neri del Gruppo consiliare Siena Rinasce presentano la seguente interrogazione in merito alla “ Consegna della progettazione preliminare dell’ E78 Grosseto – Fano, per l’adeguamento a 4 corsie del tratto compreso tra lo svincolo con la tangenziale di Siena (Firenze – Siena) e lo svincolo di Ruffolo (Siena – Bettolle), denominato Lotto 0”.
PREMESSO
· Che in data 27 luglio 2006 il Comune di Siena e l’ANAS Spa stipularono una convenzione che impegnava il Comune a predisporre la progettazione preliminare dell’ E78 Grosseto – Fano, per l’adeguamento a 4 corsie del tratto compreso tra lo svincolo con la tangenziale di Siena (Firenze – Siena) e lo svincolo di Ruffolo (Siena – Bettolle), denominato Lotto 0.
· Che in data 22 novembre 2011 fu dato ampio risalto all’incontro dell’allora sindaco Ceccuzzi con l’ing. Mazzeo, capo compartimento ANAS della Toscana, nel quale veniva provveduto da parte del Comune alla consegna del progetto preliminare del cosiddetto “Lotto 0”.
RICORDATO
Che l’allora sindaco Ceccuzzi ebbe anche a giustamente affermare che “Il lotto 0 è un intervento di importanza strategica per Siena e per tutta la Due Mari, come per la viabilità urbana e di lunga percorrenza che interessa la nostra città. Si tratta di una congiunzione che unisce le principali arterie della Siena – Bettolle alla Siena-Grosseto, alla Siena-Firenze e in futuro anche alla Cassia”.
CONSIDERATO
· Che il Comune, negli anni scorsi, è stato lungimirante nell’essersi assunto l’onere della progettazione preliminare (che non sarebbe rientrato nei suoi compiti) e che, grazie alle professionalità interne, è stato possibile concludere un lavoro che consentirà un grande vantaggio nei tempi di avvicinamento alla realizzazione dell’opera.
· Che tale progettazione preliminare costituisce un impegno che mira a completare la Due Mari dando continuità ai lavori dei diversi Lotti in cui è suddivisa l’opera.
CONSIDERATO INOLTRE
· Che in data 14 ottobre 2013 è stato sottoscritto dai più autorevoli rappresentanti del territorio senese un appello al Governo e al Parlamento affinché vengano realizzati gli interventi necessari per la percorribilità e la sicurezza della Due Mari e della Siena-Firenze
· Che in detto appello, sottoscritto anche dal sindaco Valentini, veniva in particolare evidenziata la precaria situazione delle infrastrutture strategiche per il collegamento e lo sviluppo della provincia di Siena e di tutta l’Italia centrale eveniva detto che va posta “…una particolare attenzione…sul percorso di progettazione del cosiddetto “Lotto zero” collocato nel comune di Siena.”
· Che in data 21 ottobre 2013 è stata presentata, dai consiglieri regionali Spinelli e pugnalino, una mozione al Consiglio Regionale della Regione Toscana con la quale è tra l’altro chiesto l’impegno della Giunta Regionale per “…definire il percorso di progettazione definitiva, di finanziamento e di appalto del cosiddetto Lotto Zero…”
· Che nella stessa mozione è detto che “…lo stato dell’arte relativo alla realizzazione del collegamento Grosseto – Fano E78 ad oggi presenta il seguente…”- progettazione preliminare conclusa sul Lotto 0 (Siena – Ruffolo)”
RILEVATO
Che nel sito internet dell’ANAS relativo alla SGC Grosseto – Fano(E78) risulta per il Lotto 0 che “Attualmente il Comune sta redigendo il progetto preliminare. Si prevede di concludere il progetto entro il 2013 per il successivo avvio di procedure di Legge Obiettivo.”
RILEVATO ALTRESI’
Che si ravvisano discrasie tra quanto dichiarato dagli amministratori e quanto emerge dall’argomento dal sito dell’ANAS
interrogano il signor Sindaco per conoscere
· Se la progettazione preliminare del Lotto 0, di cui alla convenzione stipulata sin dall’anno 2006 tra Comune di Siena e ANAS, sia stata conclusa entro il 2013 e se sia stata consegnata all’ANAS per dare alla stessa la possibilità di avviare le procedure della Legge Obiettivo.
· Quali siano, nel caso che la progettazione non sia stata conclusa, i motivi del ritardo rispetto ai tempi indicati nella convenzione e se ci siano state negligenze da parte degli addetti o deficienze da parte degli Amministratori.
Giuseppe Giordano ed Eugenio Neri